Diamanti certificati

Vengono classificati “da investimento” solo quei diamanti di altissima qualità, con gradazione di colore compresa fra D e H, e di purezza da IF a SI2, sulla base delle scale del metodo delle 4 “C”. Le caratteristiche di un diamante devono essere riportare nel suo certificato, rilasciato da un istituto gemmologico internazionale e come tale riconosciuto a livello globale. Grazie a solide partnership con i principali attori delle Borse Diamanti mondiali (Anversa, Tel Aviv, Mumbai) e con i maggiori istituti gemmologici internazionali, Diamanti Italia propone diamanti certificati, importati direttamente dai principali centri diamantiferi del mondo senza l’ausilio di intermediari.
Tutti i diamanti da investimento commercializzati da Diamanti Italia sono certificati dal GIA, il Gemological Institute of America, dall’HRD (Hoge Raad voor Diamant) o dall’IGI, l’International Gemological Institute.

La quotazione dei diamanti

Pubblicato per la prima volta nel 1978 ad Anversa, il Rapaport è oggi l’unico strumento ufficiale che consente di conoscere i prezzi dei diamanti tagliati, validi in tutto il mondo e a cui fare riferimento per il commercio delle pietre. Viene emesso ogni venerdì a New York e i prezzi, espressi in dollaro per carato, sono definiti per ogni combinazione delle “4 C”.
Riservato esclusivamente agli addetti ai lavori, questo listino disponibile tramite abbonamento consente al mercato diamantifero di muoversi in trasparenza e, ai professionisti del settore, di analizzare le variazioni relative al prezzo della materia prima trattata, adeguandosi ad esso.
Per le logiche del commercio e del libero mercato, un diamante venduto al dettaglio ha un prezzo retail, che tiene inevitabilmente conto di oneri, costi di gestione e margini del rivenditore, al pari di qualsiasi merce distribuita o di altri beni d'investimento alternativi, come immobili o opere d’arte.

TORNA SU